Eventi, Foto, news

I grandi Horsemen che hanno fatto la storia, Game Changers.

Articolo liberamente tratto dalla rivista Western Horseman, per leggere l’ articolo originale “Game Changers” cliccate qui.

Più di altri Horsemen (e c e ne sono molti) Tom Dorrance e Ray Hunt in particolare definirono le nuove idee della Western Horsemanship.

La rivista Western Horseman viene stampata da ormai 40 anni (ora la si trova anche on line), più o meno il periodo in cui Ray Hunt “inventò” la nuova professione di Horsemanship Clinician (colui che fa clinic di horsemanship) e iniziò a viaggiare per diffondere il concetti di Feel, che aveva imparato dal suo mentore Tom Dorrance. Più di tutto Ray condivideva con i suoi studenti il concetto di “rendere semplice per il cavallo la cosa giusta e difficile la cosa sbagliata, guardando dal punto di vista del cavallo e riconoscendo e rispettando l’ istinto di preservazione innato nell’ animale.

Ray Hunt non fu l’ unico studente di Tom Dorrance, ma di sicuro fu quello che divenne più visibile e negli anni che seguirono in cui lui tenette clinic fu in grado di delineare come una vocazione la sua disciplina di cui lui è stato il pioniere e che in seguito molti altri avrebbero seguito.  Presto, quello che era iniziato come qualcosa di informale nell’ educazione dei cavalli divenne un’ industria, così il mondo è venuto a conoscenza della filosofia dei fratelli Dorrance.

L’influenza di questi due Horsemen divenne evidente all’ inizio degli anni 80 con il “clinic boom” fino ad arrivare ad una vera esplosione negli anni 90. (Una piccola riflessione… l ‘italia è indietro di circa 30 anni in materia di Horsemaship! )

Tom Dorrance

Tom Dorrance fu uno di 8 fratelli cresciuti in un ranch sperduto nel nord est dell’ Oregon; si suppone che la sua bassa statura (che rende le cose più difficili con i cavalli) gli abbia suggerito fin da giovane, un approccio non convenzionale con i cavalli. Da giovane uomo ha studiato i cavalli e le loro reazioni all’ ambiente, agli uomini che li maneggiavano agli altri cavalli. Tom e suo fratello Bill vengono entrambi menzionati per i loro talenti in fatto di Horsemanship. Sono uomini che si sono fatti con l’esperienza, erano in sella ogni giorno e da soli hanno capito come era meglio risolvere certe situazioni.

Da adulto Tom Dorrance si stabilì in California, dopo che si sparse la voce del suo talento con i cavalli, molti proprietari di cavalli si recarono da lui in cerca di aiuto e di consigli. Il modo di lavorare di Tom Dorrance non era basato su una serie di istruzioni “step by step”, ma preferiva personalizzare ogni singolo cavallo e proprietario differenziando ogni singola situazione.

Ray Hunt

Ray Hunt crebbe nella campagna del sud est dell’ Idaho durante la grande depressione. Da giovane si trasferì in Nevada e lavorò presso il TS Ranch e in seguito anch’egli si trasferì in California dove, lavorando nei ranch, si occupava di domare i puledri. Accadde che un giorno si trovò ad avere a che fare con un cavallo difficile, così si rivolse al suo vicino Bill Dorrance  per avere qualche consiglio. E Bill Dorrance gli consigliò di parlare con suo fratello Tom, che, come disse Bill, era piuttosto bravo con i cavalli.

Ray Hunt disse in un intervista nel 2004 “Finché non incontrai Tom, in realtà non stavo lavorando per il bisogno del cavallo, stavo lavorando per il mio bisogno personale”.

Ray Hunt continuò a lavorare a domare puledri applicando ciò che aveva imparato da Tom Dorrance e a poco a poco inizio a tenere clinic, cioè a insegnare a gruppi di persone, girando per gli Stati Uniti. Divenne per lui una professione a tempo pieno negli anni 70. Capitava che Tom si unisse a Ray in qualche clinic, e anche Bill partecipò a qualche clinic di ranch roping.

Bill Dorrance

Bill Dorrance morì nel 1999, Tom  nel 2003 e Ray Hunt nel 2009, quasi 40 dopo aver iniziato i suoi primi clinic.

E qui l’ articolo si conclude… Aggiungo che per fortuna tutta questa saggezza ed esperienza non è andata persa, perché diversi allievi di Ray Hunt e di Tom Dorrance  portano avanti le loro idee e tra loro il grande Horseman Buck Brannaman che con estrema umiltà non vende mai le cose “come farina del suo sacco”, ma dice sempre “ come Tom e Ray dicevano…”

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche “ il cavallo che si spaventa, pillole di Horsemasnhip

Sillar Creek Ranch